Dai neuroni alla coscienza

L'architettura del cervello, i misteri della mente

Il cervello rimane l'organo più enigmatico del corpo umano e i problemi posti dal suo studio sono forse i più complessi tra quelli che la scienza moderna si trova ad affrontare. Come funziona e come si sviluppa il cervello, come emerge la mente, che cos'è la coscienza?

Se domande come queste rimangono ancora senza risposta, nell'ultimo secolo le neuroscienze hanno capito molte cose sui meccanismi fisiologici della percezione e dell'apprendimento, della memoria e delle emozioni.

Hanno indagato come si fissano i ricordi e come gli emisferi cerebrali si dividono il controllo delle nostre azioni, come piccoli gruppi di neuroni riconoscano i volti noti, come l'amigdala ci faccia rispondere alla paura.

Oggi conosciamo i mediatori chimici legati a patologie come la depressione, le proteine che provocano malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer e nuovi strumenti come la risonanza magnetica funzionale permettono di indagare funzioni cerebrali sempre più complesse.

“Dai neuroni alla coscienza” ricostruisce il viaggio che ha portato dalle prime storiche osservazioni sulle cellule nervose di Camillo Golgi e Santiago Ramon y Cajal – che nel 1906 condivisero il Premio Nobel per la medicina – fino alle moderne neuroscienze.